2 min readEmpatica: the science behind Embrace2

Digital health 8 Aprile 2020 2 min read
Empatica_EDA

2 min readEmpatica: the science behind Embrace2

Reading Time: 2 minutes

Cos’è l’attività elettrodermica (EDA) e come aiuta a registrare stress e crisi epilettiche.

L’EDA, detta anche conduttanza dermica o risposta galvanica della pelle, è quando la pelle conduce elettricità attraverso le ghiandole sudoripare, e registrare questa informazione e le sue variazioni ci può dire molto sul nostro stato di salute, fisico e mentale.

Il bracciale Embrace2, di Empatica, utilizza proprio questo valore per identificare l’arrivo delle crisi epilettiche (insieme alla valutazione di altri parametri).

L’EDA tende a crescere in caso di stress e di eccitazione fisica o emotiva, ma può variare anche in funzione dello stato di idratazione della pelle, della quantità di acqua bevuta, di alcuni farmaci e di dove i sensori che lo registrano vengono posizionati.

La co-founder di Empatica, la Dottoressa Rosalind Picard, ha visto che l’EDA è correlata anche alle crisi-tonico cloniche caratteristiche dell’epilessia. Come spesso accade nel mondo scientifico, la dottoressa stava registrando l’EDA in pazienti affetti da autismo, e, nel vedere un notevole cambiamento in un paziente ha indagato e scoperto che la causa era una crisi epilettica tonico-clonica.

Da questa osservazione è nato Embrace2.

Embrace 2: Epilepsie-Smartwatch von Empatica bekommt Nachfolgermodell


L’ALGORITMO

I sensori di Embrace2 registrano l’attività elettrodermica e uniscono questa informazione con quelle di movimento e temperatura per fornire al paziente informazioni.

Come fanno ad unirle? Grazie ad un algoritmo, che è in continuo aggiornamento, grazie alla continua analisi dei dati raccolti e a collaborazioni con importanti ospedali.

Per valutare e validare la capacità predittiva delle crisi tonico cloniche è stato fatto uno studio di comparazione (confrontando la presenza di una crisi registrata dal paziente con la stessa identificata dal bracciale), ed è stato visto che Embrace 2 identificava una crisi nel 98% dei casi.

QUALI CRISI EPILETTICHE IDENTIFICA

Embrace2, è in grado di identificare alterazioni del movimento ed eccitazione elettrica della pelle che durino almeno 20 secondi. Questi cambi hanno un pattern preciso che può essere associato ad una crisi epilettica tonico-clonica.

Per migliorare ancora di più la capacità di riconoscere queste alterazioni, Empatica ha sviluppato anche la funzionalità “Rest Mode”, che valuta gli stessi parametri ma in stati di riposo (come durante la lettura oppure durante il sonno).

Conoscere lo stato di riposo permette un’accuratezza migliore nell’identificare stati alterati.

Le crisi parziali, le assenze e le crisi non-convulsive non vengono identificate da Embrace 2 in quanto non hanno caratteristiche di movimenti particolari o di alterazione dell’EDA, o entrambi.

Chimica farmaceutica di nascita, cresciuta a marketing farmaceutico e con una grande passione per l’innovazione in ambito health. Affrontare nuove sfide e modi di pensare, conoscere e imparare ogni giorno è il mio mantra Linkedin